Data

1998

Dettagli

Durata: 00:14:40 | Colore: colore | Sonoro: sonoro

Livello

documento

Oggetto

Tipologia: non fiction | Stato: non finito

Abstract

5 gennaio 1998. Dal porto di Brindisi un'intervista ad un giornalista curdo, Zana Serin, venuto in Italia per raccogliere le testimonianze dei rifugiati sbarcati in Puglia con la nave Cometa arrivata l'1 gennaio con a bordo 386 curdi. Il giornalista racconta di come la mafia curda stia cambiando la rotta della tratta dei rifugiati da Istanbul a Beirut. Riprese sulla nave Cometa. Il reporter segue una notte di perlustrazione della costa pugliese, dal porto di Otranto fino a San Cataldo, su una motovedetta della Guardia costiera.
edizione

Lingua

italiana
Supporto

Video

BETA SP

Descrizione delle immagini

Sequenze

1 : Da: 00:21:17:17 A: 00:21:30:00
Esterni giorno porto di Brindisi: inq sulla nave Cometa attraccata al molo.

2 : Da: 00:21:30:00 A: 00:21:48:02
Inq faro del porto, passaggio rimorchiatore Barretta.

3 : Da: 00:21:48:02 A: 00:21:58:17
Inq sulla nave Cometa attraccata al molo.

4 : Da: 00:21:58:17 A: 00:22:09:11
Dettaglio sulla bandiera di Panama, movimento macchina sulla scritta con nome nave Cometa.

5 : Da: 00:22:09:11 A: 00:22:15:05
Inq sulla nave Cometa, sul ponte coperte, cuscini e rifiuti.

Documentazione

Bibliografia in rete

Titolo: Roma, manette per • E il reporter curdo scova un padrino del traffico (Archivio, Corriere della sera, 5 gennaio 1998) (La Repubblica.it, Fatti, 13 novembre 1998)
Data di consultazione: 01/10/2015